Riflessioni, emozioni e punti di vista: come la musica, la poesia e il pensiero di Mango arricchiscono il quotidiano dei fans.
8 messaggi Pagina 1 di 1
Quando entriamo in una relazione "orizzontale" con un'altra persona, si costituisce una "intima distanza": nel senso che un'intimità diventa possibile nella misura in cui si custodisce anche una distanza dove io e l'altro abbiamo ognuno il proprio spazio. E' una difesa questa? Forse! Eppure, non diciamo che "l'amore scaccia la paura"? L'amore cioè dovrebbe diventare l'ambiente che rende possibile l'intimità per scacciare la paura di perdersi, di denudare la propria anima all'altro. Ma non è vero che a volte la paura più radicale che abbiamo è proprio la paura di amare? Paura di amare perchè in fin dei conti è proprio dall'amore che riceviamo le ferite più dolorose, tanto che amare ed essere amati sembra sempre una coperta troppo corta che, se la tiri da una parte, si scopre dall'altra.
E allora l'intima distanza diventa il primo gradino necessario...

E poi? E poi forse se vogliamo davvero accogliere l'altro, dobbiamo passare attraverso l'accoglienza di noi stessi. Trovare cioè e mantenere un contatto con la dimensione più interiore e profonda di noi stessi; amarci così come siamo e avere fiducia in noi stessi così come siamo...

... è in questa "connessione" col nostro mondo interiore, anzi col nostro "Mediterraneo", quel mare di immaginazioni e fantasie e emozioni che si muove dentro e che ognuno è chiamato ad attraversare per se stesso, è in questa connessione che si opera quella "scrittura interiore" di cui l'altro diventa "paragrafo di cielo". Se "dentro me ti scrivo di te" allora comincia un modo diverso di amare: un amare che non è solo affetto ma che diventa l'affanno più profondo (e dolce) del cuore; un amare che non è solo coinvolgimento personale fatto di azione e desiderio, ma anche un rientrare, attraverso l'altro, in possesso di sè.

Se l'amore fosse solo questo andare dentro di sè e in profondo senza "relazione orizzontale" con l'altro, diventerebbe qualcosa di disumano; e se fosse solo relazione orizzontale senza contatto con la propria interiorità, diventerebbe pura follia. E' il mantenere entrambi le dimensioni, quella orizzontale e quella verticale, e farle incontrare in un punto che diventa il centro della croce: questa è l'arte di amare.

Perchè...

... perchè la vita è sempre quel darsi all'anima intensamente!

Buona vita a tutti.

Massimiliano

Non si può amare nessun altro se prima non siamo capaci di comprendere e amare noi stessi, nel profondo...

E a volte invece "l'altro" diventa l'occasione per fuggire da sè stessi e per non affrontare quanto c'è di non risolto dentro di noi... :shock:
Sì, fuggire è sempre la soluzione più facile e apparentemente la meno dolorosa nell'immediato... ma alla lunga i problemi vengono puntualmente al "pettine" o tornano a galla e periodicamente andranno ricacciati in fondo all'anima per poter far finta di non vederli per un po', fino alla prossima volta che la vita ce li rimetterà davanti... :roll:

In questa continua ricerca di una "distrazione " da sè è impossibile ogni intima relazione, perchè è impossibile lo stesso mettersi in gioco, così come rischiare e scambiare qualsiasi cosa che non sia solo superficiale e passeggera... E' fondamentale , per poter costruire un amore partire dal centro di sè e mantenere quell'intima distanza tra il proprio centro e quello dell'altro, in costante equilibrio come due pianeti che hanno le orbite concentriche , ma non sovrapposte....

E poi tutto l'amore del mondo non basta se l'altro non è in grado di aprirti consapevolmente e intenzionalmente la porta sulla propria interiorità... :roll:

(Love is simple)
L'amore è una poesia
Per scriverla
bisogna essere ispirati
da ottimi esempi....
Gesù,San Francesco....

Quanti matrimoni,quanti amori naufragano per.......P.......E
:cry: :cry: :cry:

Tanto si parla d'amore forse per vincerne la sua somma complessità.
Coinvolgimento di sentimenti, di essere e natura ma anche di sensi e sensualità che si risvegliano.
E' un mix che a pensarci bene lascia esterefatti e senza fiato per quanto un'equilibrio tra tutti questi aspetti sembra essere così complicato.
In realtà quell'equilibrio deve partire innanzitutto dai singoli membri della coppia, al di là di bisogni che non si può sperare sia un'altra persona a colmare, ma iniziando giusto dal presupposto che ognuno basta a sé stesso.
Tutto deve essere solo un aprirsi e un donare, un donarsi senza riserve, e in questo non c'è invasione di capo da parte di nessuno, perché non c'è prendere ma ricevere. Facile a dirsi molto più difficile oltrepassare un'affezione che può facilmente diventare un trampolino di lancio verso un'impossessarsi dell'altro per riempire vuoti solo propri.
E lì sta il più grande cancro di ciò che comunemente viene definito amore....

Mille giri di parole
per razionalizzare
un fenomeno irrazionale
per sua stessa
natura
Tutti fuggono davanti alla paura di safricare
un pò di se stessi per paura di annullarsi
Tanto finchè ognuno rimarrà chiuso nei propri egoismi
rimarremo quel che siamo ....niente....
"Ama il tuo prossimo come te stesso"
Sii umile,donati all'altro senza paure
Se lo ha fatto Cristo che era un....Dio
Ma ognuno è sempre libero di vagare nel buio
e dire che è cieco.
Libero arbitrio non significa quel che vedo oggi
tra la gente .
Non riusciamo a capire che è il consumismo
che ci vuole così....
Maledetta televisione che ci ipnotizza e ci plagia
maledetti luoghi comuni.
Alla fine gli esperti dell'argomento finiranno come un noto
esperto di economia che alla domanda :Ma da cosa dipende la crisi?
rispose: Io non ci capisco più niente.(lui stesso era una bolla...speculativa)
Ognuno l'amore lo vive come vuole
ma se vuole il grande amore....deve sudarselo.

L'Amore

Dimmi che lamore è sogno
lasciami nel cuore un segno.
Non dirmi che è per sempre...
Fallo!
Anche il monte
sortì da granello
per cui non è fumo
quel che spezzi...
E' un'anello!

Immagine

PORTAMI CON TE
portami dove il lago è uguale al mare,
portami lontano dove solo noi possiamo stare,
portami con te,io vivo di te,
i tuoi sguardi m'ill'uminano la via
che percorrevo da sola.
Tu tienimi la mano e insieme vinceremo
Immagine

Uploaded with ImageShack.us

La Luna
Contavo i miei passi
in quel sentiero sconnesso
nel mio io son solo io adesso
Con le paure
che l'amore mi ha messo
Dammi la luce
oh mia pallida musa
rubarti vorrei
con milleuna scusa

Immagine
8 messaggi Pagina 1 di 1

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 22 ospiti

cron