Riflessioni, emozioni e punti di vista: come la musica, la poesia e il pensiero di Mango arricchiscono il quotidiano dei fans.
4 messaggi Pagina 1 di 1
Quattro mesi dalla morte di Pino Mango.
Quattro mesi in cui ciascuno di noi ha fatto i conti con l'impossibile...
proprio lui, una persona così elegante, dolce, delicato, pieno di cuore, simpatia e intelligenza, se n'è andato lasciandoci quel "Scusate", appeso a quel nulla che va da un silenzio a un bacio, dalla legge della parola alla fine delle poesie...
Quattro mesi di una assenza così presente da farsi quasi ingombrante, in un modo che non è secondo lo stile di Pino, sempre schivo e rispettoso, ma che è solo il battito di una perdita, incommensurabile, insostituibile...
Sì, in questo momento io ti vorrei parlare, sottovoce e ricordare l'emozione del nostro vero primo incontro, 24 agosto 2004, a marina di massa, quando volesti parlare con me un'ora intera di musica, vita, poesia, di tutto il bello che ci può essere nella vita e... mi desti il tuo numero... numero che ho usato forse troppo poco, ma l'ho fatto soltanto per pudore, per custodirti al tuo mondo, per paura di rubarti troppo tempo. Ma quando ti chiamavo e rispondevi... quella voce... calda, in cui indovinavo un sorriso, un compiacimento per il lavoro che stavi facendo (perchè ti trovavo sempre al lavoro!)... e mi comunicavi qualche anteprima sulle nuovi canzoni, anteprima che io tenevo gelosamente per me, come un tesoro fraterno di cui farne fiori di grazie quando gli annunci si trasformavano in note ascoltate e colte nelle pagine del cuore, come segnalibro esistenziale...

Caro amico, caro fratello, quanto manchi. Grazie di tutto quello che mi hai dato. Grazie. Ti voglio bene e ti vorrei abbracciare forte forte, come fosse alla fine di un concerto, quando ci incontravamo e i tuoi occhi erano lucidi di emozione e di musica. Grazie fratello!

Buona vita a tutti.

d.Max
"...Se vivi, vivo anch'io, se muori, muoio anch'io, se ami, amo anch'io..."
Quando amiamo, accadono piccole grandi cose, e la Luce che accendono è indescrivibile.
La notte che ho postato la poesia di Pino "Io ti vorrei parlare" ho sognato Pino. Per mesi avevo desiderato sognarlo per " parlargli" e quel mattino, all'alba, è venuto a salutarmi. Abbiamo parlato... e un fotografo ci ha fatto l'ennesima foto ricordo...poi andandosene, Pino sorridendo, mi ha detto : " questa volta, quando ci rivedremo sarò io a regalartela! ". Mi sono svegliata stupita e felice! felice per questo suo Dono, felice di sapere che un giorno, fra i miei amici, anche Pino mi verrà incontro.
Continua ad amarci da lassù Pino, perchè ti sento vivo dentro il mio Cuore, perchè dopo 4 mesi anche se mi manchi da non saper più quanto, tu vivi.

isa

grazie d.Max!
"..quanto fa male la vita
senza te che ne trattieni forte la meta..."
Quante dolcezze quante lacrime leggendo il tuo sogno Isolemare.
PINO è sempre qui...nel cuore
Siete belli e colmi di amore....sentimenti che solo una persona come Pino può infondere...e questo coro di cuori colmi di gratitudine verso te, Pino, mi emozionano, mi fanno sentire meno sola...abbiamo avuto il privilegio di appartenere a te ...Pino... sai essere te stesso e riesci a trasmettere tutti i tuoi delicati sentimenti a chi come te, sa cibarsi di amore, con umiltà e saggezza.
Rosaria
...ti penso sempre...ti ho sempre pensato...sempre ti penserò.
4 messaggi Pagina 1 di 1

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron