Settore in cui ci si incontra per rievocare i particolari tecnici e musicali, le emozioni e le suggestioni vissute nelle tournèe del passato.
5 messaggi Pagina 1 di 1
In attesa di nuovi concerti, io ripenso a quelli appena passati. I ricordi sono tantissimi e ancora molto vivi, le emozioni vissute non si contano. Purtroppo i ricordi si affievoliranno e solo i momenti davvero speciali rimarranno per sempre impressi nella memoria. Io già lo so quali sono questi momenti, sono legati ai concerti di Ostia, Lignano e Lanciano, praticamente i tre concerti (dei cinque a cui ho partecipato) dove Pino ha potuto riceverci. Quei pochi secondi in cui ho potuto parlare con lui sono stati dei momenti indimenticabili, sospesi tra sogno e realtà, momenti di gioia inesprimibile che rimarranno sempre impressi dentro di me finché vivrò.
La domanda "riuscirò a parlare con Pino?" inizio a farmela come minimo un mese prima e poi il giorno del concerto l'ansia cresce sempre di più, fino al responso di Leonardo che attendo sempre con fiducia e timore al tempo stesso. Non m'importa più dell'autografo e delle foto, a me basterebbero dieci secondi col cronometro, giusto il tempo di un saluto e di una parola affettuosa da poter dire a Pino. Ma una cosa è certa: se Leonardo (o chi per lui) dice che quel giorno non può riceverci non cercherei mai in nessun modo di intrufolarmi ugualmente, mi sembrerebbe di fare una violenza a Pino. Me ne vado via con un po' di tristezza sperando in una prossima volta (va bè, può scappare pure una lacrimuccia, ma niente di grave).
Per me il fatto di poter parlare con Pino è un regalo meraviglioso che lui ci fa. Certo, quando può e quando se la sente, giustamente, perché alla fine di un concerto suppongo sia molto stanco. Perciò ringrazio di cuore Pino per tutte le volte che ci ha ricevuto, forse lui non sa che non esiste regalo più bello su tutta la faccia della Terra.
Però, vorrei dire a Pino che anche se non ci ricevesse più (per ipotesi), per me non cambierebbe niente perché l'amorte che ho per lui ormai è immutabile.
Cinzia

sezione tour
"non ci sono concerti in programma"
mi mette una strana malinconia nel cuore.........crediamo a un tour invernale.....ma intanto fin quando non è ufficiale stiamo sulle spine,sopprattutto quelli che per vari motivi non hanno potuto spostarsi.
"l'anima sa sempre come rifiorire"così uno strano fricicchio mi prende quando mi fermo a pensare a quello che potremo aspettarci dal prossimo futuro.........concerti nei teatri?!...il secondo libro di poesie da gustare davanti al calduccio del mio caminetto!?.....e il raduno!? prima o poi Pino c'è l'ho farà dinuovo questo regalo?! :P
Certo che, Cinzia dici bene quando scrivi,i ricordi più belli sono quando riesci ad avvicinarsi a Pino e poter scambiare qualche parola e salutarlo.
Mi accorgo che io sono stata molto fortunata,praticamente tra presentazione del libro, raduno,fiera dell'ottica a Pino l'ho visto più parlare che cantare nei concerti...........starei ad ascoltarlo per ore senza mai annoiarmi,mi metterei in un angolino contemplandolo e berne ogni sua parola dissetando ogni mia cellula di un fuido energizante,
anche solo un sguardo veloce sarebbe già appagante.
"Dal silenzio a un bacio non è mai una croce" se dopo tu ritorni.......
perchè tu torni vero Pino?
un abbraccio
antonella

...ero in Calabia quest'estate, paese natale di mio marito, dove ritorno ogni anno per le vacanze e mentre ero in pasticceria mi trovo tra le mani il giornale locale ed inizio a sfogliarlo fino a quando torno indietro perchè c'era un'immagine che conoscevo.... PINO il 17 sarà ad Acri per il suo tour............. pinooooooo. Chiamo subito mio papà a Verona per chiedergl di guardare sul sito se ci sono date nella nostra zona (se non c'erano avrei fatto di tutto per andare ad Acri). Attendo con ansia la sua chiamata e ad un certo punto squilla il telefono e sento queste parole: "Isola della Scala 26 settembre" SIIIIIIIII finalmente ti rivedo, riascolto dal vivo la tua voce melodica che sempre mi fa sognare! Trascorro le mie vacanze fantasticando su quel 26 settembre... come sarà, quali altre emozioni mi regalerà, spero che non succeda niente di brutto da non permettermi di andare.......
Poi piano piano si avvicinano i giorni -15.... -10..... -5... -3 comincio a non dormire la notte... -2 non dormo più... -1..... veramente ho dormito perchè ero distrutta ma l'ho sognato... ed ecco il grande giorno E' IL 26!
Apro gli occhi e puntuali come non mai riaffiorano i soliti pensieri... LO VEDRO'? .... GLI PARLERO'?.... RIUSCIRO' A STRINGERGLI LA MANO?.... QUANTI BRIVIDI PASSERANNO SOTTOPELLE AD OGNI VIBRAZIONE DI VOCE, AD OGNI FRASE TOCCANTE, AD OGNI ACUTO CHE SOLO LUI SA FARE?
Le ore erano infinite non passavano mai e poi dopo un buon risotto entriamo ci sediamo.......... si abbassano le luci, ....inizia la musica... dov'è?.... dov'é?.......ECCOLO entrare............... ragazzi che emozione mi tremavano le gambe, il cuore mi batteva così forte che a momenti usciva... lo sentivo battere adirittura nei piedi! Brividi dalla punta dei capelli alla punta dei piedi uno dopo l'altro FANTASTICO! Dopo la prima canzone "di quanto stupore" dice..." ero emozionato prima di entrare.... non ricordavo il mio nome e mi batteva forte il cuore" ... caro Pino sapessi io! E poi... Lei verrà, Oro, Mediterraneo, Come l'acqua(stupenda!), Il dicembre degli aranci, Solo d'amore, Se con un t'amo (MERAVIGLIOSA, CANTATA CON IL CUORE e con il volume perfetto!).
Non era quello che mi aspettavo..... di PIù MOLTO DI PIù! Ora dopo essere rientrato per la seconda volta ed averci fatto ballare saltare e cantare con lui sotto il palco BELLA 'ESTATE, AMORE PER TE E LA RONDINE ha finito, dopo due ore e mezza indiementicabili... corro a cercare di farmi fare l'autografo anzi no una foto ma Leonordo (come dice Cinzia S.) dice di no ma io senza una parola non mi rassegno e aspetto........ aspetto..... ed ecco Loris che esce dal backstage .... lo conosco "Ti prego fammi entrare solo una foto poi vado via!!!" ok d'accordo entra! NON CI CREDO.... entro tutta tremolante con la mia macchina fotografica tra le mani ...STO' MALE! Subito mi ferma Luca il chitarrista e comincia a farmi domande che non ricordo, mi mancava l'aria e stavo per svenire e lui parlava e non sò nemmeno cos'ho risposto.. poi si allontana (forse ha visto che non ero tanto in me) e mi chiedo dov'è!? :?: ora cosa faccio, cosa gli dico? :?: Era in camerino... non ci credevo non mi era mai capitata un'emozione così e presa dall'ansia penso: "devo uscire stò male.... mi manca l'aria mi fa male lo stomaco.............NO! NO! NO!... dove ti capita ancora un'occasione così.... è il sogno della tua VITA! RIMANI!!! rimani e svieni se stai male... ma svieni lì !".... poi piano piano mi calmo e ritorno in me.... Dopo 1 ora e mezza (sono entrata alle 00.15 e l'ho visto alle 01.45) ECCOLO TOCCA A ME FINALMENTEEEEE! Entriamo (intanto mi ha raggiunta mio marito... era rimasto solo lui fuori TESORO MIO.... lo ringrazio ancora tanto per essermi stato vicino con una pazienza ( i miracoli di Pino) e con tutto l'amore che solo un innamorato può dare... grazie!) e lui stava firmando dei libri e dei cd per delle fans che erano ancora fuori ad aspettarlo. Cosa faccio?.... mi sorride..... gli stringo la mano e lo bacio e gli dico:"IN QUESTO MOMENTO SI STA' AVVERANDO IL SOGNO DELLA MIA VITA!" poi abbiamo scambiato due parole soprattutto con mio marito che è calabrese quindi stesso amore per la terra "lontana"... ci ha trattati come se fossimo amici suoi, come se ci conoscessimo da tempo! è proprio come immaginavo.... FANTASTICO anche di persona! E così ci salutiamo dopo tre foto e due autografi e me ne vado... contenta .... e mi sentivo un peso in meno dentro di me avevo realizzato il mio sogno e ho ripensato a tutte quelle volte, soprattutto al giorno prima, dove mi chiedevo "Chissà domani come sarò a quest'ora... l'avrò visto, sarò riuscita a scattare una foto con lui o sarò un pò amareggiata per non avercela fatta?" Ora posso rispondermi.... SI ELEONORA, CE L'HAI FATTA HAI LA FOTO, GLI HAI STRETTO LA MANO, GLI HAI PARLATO, HAI POTUTO DIRGLI CHE E' PARTE DI TE NELLA TUA VITA QUOTIDIANA E HAI SCOPERTO CHE E' ANCHE UNA PERSONA FANTASTICA!
Grazie Pino per le emozioni che mi regali e per avermi reso la persona felice che ora sono! GRAZIE! :!: Eleonora :lol:

Vorrei parlare ancora un po' delle canzoni, oltre a tutto quello che è già stato detto. Prima di tutto di Lei verrà. Ad ogni concerto Pino la rinnova ed ogni volta sembra ancora più bella. Quest'anno era davvero fantastica con quell'arrangiamento nuovo ed è stato perfetto inserirla tra Piccolissima e Sempre. Una canzone di vent'anni fa in mezzo a due modernissime e non si vedeva alcuna differenza. Incredibile la magia di questa canzone.
E poi vorrei parlare di Ti amo così. Questa canzone è la mia preferita dell'album omonimo ed ero particolarmente ansiosa di sentirla dal vivo. L'avevo sentita nell'interpretazione del Natale in Vaticano ed ero rimasta senza parole per quanto Pino mi aveva commosso. Nel tour invece non mi ha fatto lo stesso effetto. Mi sono chiesta il motivo e penso di averlo capito. Subito dopo aver ascoltato Sempre, che dal vivo è ancora più trascinante che nel disco, mi sentivo talmente elettrizzata che non avevo l'animo predisposto ad ascoltare Ti amo così, forse ci sarebbe voluta un'altra canzone in mezzo per preparare l'atmosfera. Ma poi ho pensato che questa cosa è stata proprio voluta da Pino per dare a Ti amo così un'impronta gioiosa, tant'è che alcune parti le faceva cantare al pubblico e comunque alla fine è stata meravigliosa ugualmente, anche se diversa da come la immaginavo.
Delle stupende Se con un t'amo, Non moriremo mai, Odissea e Australia ho già parlato altre volte ed invece non ho mai detto niente di D'amore sei d'amore dai che ascoltata dal vivo è ancora mille volte più bella ed emozionante. La voce di Pino sembrava venisse dal cielo, non lo so, ma è stata la canzone che mi ha dato più brividi in assoluto. Al termine ho gridato con tutta la voce " Pino, mi fai morireeee!!!!", ma lui mi ha guardato con un'espressione un po' scettica.
Per finire vorrei dire due parole su La rondine. Già ero triste da morire perché era l'ultima canzone, quel continuo e lento ripetere "nonostante tu sia la mia rondine andata via", era anche bella come idea, ma a me faceva venire un magone, una malinconia pazzesca, una sensazione di addio, una cosa allucinante.
Il distacco da Pino ogni volta è sempre più atroce :cry: , come si fa?
Ciao. Cinzia

Care colleghe fans, siete troppo forti...!!! Vi ringrazio per le vostre testimonianze date davvero con il cuore, è bello vedere come ognuno di noi si rapporta a Mango, come ognuno tiri fuori quello che ha dentro... io appartengo forse al gruppo dei fans "moderati", mi fa piacere se capita l'occasione di poter dire due parole a Pino e non me la prendo se non c'è possibilità, mi piace poter assistere ad un concerto, per questo tour è capitato due volte fino ad oggi, ma le mie emozioni si concentrano tutte in quella giornata... ho la fortuna di poter condividere con una moglie fan la passione per la musica di Mango, e certamente questo ci fa vivere insieme dei momenti magici (... come l'ascoltare il giorno dell'uscita del disco l'intero cd "Ti Amo Così" insieme per la prima volta...)... auguro a tutti di poter continuare a vivere, e se possibile a condividere tutte le emozioni che la musica, i concerti, Mango ci danno...
Max :wink:
5 messaggi Pagina 1 di 1

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron