Settore in cui ci si incontra per rievocare i particolari tecnici e musicali, le emozioni e le suggestioni vissute nelle tournèe del passato.
30 messaggi Pagina 2 di 2

E' proprio così... non siamo pazzi, siamo solo assetati di bellezza, di amore....e Mango ce ne dona a piene mani...
Pensando a Pino non posso fare a meno di pensare alla bellissima "Lettera agli artisti" di Giovanni Paolo II nella quale si parla di vocazione artistica come una sorta di scintilla divina...
e di artista come costruttore di bellezza e come immagine del Dio Creatore.
Perché questo mondo nel quale viviamo ha bisogno di bellezza per non cadere nella disperazione...
La bellezza, come la verità, mette la gioia nel cuore degli uomini....

....Cari artisti, voi ben lo sapete, molti sono gli stimoli, interiori ed esteriori, che possono ispirare il vostro talento. Ogni autentica ispirazione, tuttavia, racchiude in sé qualche fremito di quel « soffio » con cui lo Spirito creatore pervadeva sin dall'inizio l'opera della creazione. Presiedendo alle misteriose leggi che governano l'universo, il divino soffio dello Spirito creatore s'incontra con il genio dell'uomo e ne stimola la capacità creativa. Lo raggiunge con una sorta di illuminazione interiore, che unisce insieme l'indicazione del bene e del bello, e risveglia in lui le energie della mente e del cuore rendendolo atto a concepire l'idea e a darle forma nell'opera d'arte. Si parla allora giustamente, se pure analogicamente, di « momenti di grazia », perché l'essere umano ha la possibilità di fare una qualche esperienza dell'Assoluto che lo trascende.....

http://www.vatican.va/holy_father/john_ ... ts_it.html

E già.. Mango si riconferma uno dei più grandi artisti (per me il migliore) del panorama musicale e poetico italiano. La sua discrezione e il suo stile lo rendono appunto 'speciale', come confermato all'inizio del concerto da un mio vicino di tifoseria..
Un caro saluto a manghina del settore G fila 1 e a tutti i presenti!

..........vi è andato un momento a scaldarvi,siete un pò come il disel,ma ora le emozioni scendono dalle nuvole e sfiorano questo mare :P .....

massimiliano quante volte "qualcuno" ci ha preso per esagerati ma chi non prova, non può minimamente capire.......

grazie cinzia per aver postato "lettera agli artisti" di papa Giovanni Paolo II.......
parole che fanno riflette in rispettoso silenzio.

antonella

Io ero tra i fan scatenati!... o meglio, non ero tra quelli che sono rimasti seduti tutto il tempo.
Forse perchè era la prima volta, forse perchè dietro di me non c'era nessuno quindi potevo tranquillamente saltellare vicino alla mia sedia, forse perchè non riuscivo a frenare tutta quell'energia, che la musica mi trasmetteva.
Capisco comunque benissimo l'atteggiamento di chi si gusta a pieno ogni nota senza mostrare all'esterno il ciclone, che lo sconvolge dentro. Perchè ogni canzone è una tempesta di sentimenti meravigliosa.

Dedicato a tutti quelli che... stanno aspettando Pino!

Se chiudo gli occhi, li riapro dentro me; e mi rivedo a ballare e cantare a squarciagola "...nonostante tu sia, la mia rondine andata via..."
Sono a bordo palco, cosciente che sto assaporando gli ultimi istanti del concerto di Pino a Padova. Con gli occhi strafelici guardo Carlo, Rocco, Rosa, Giancarlo, Nello, e penso: grazie, grazie a tutti! Poi cerco lo sguardo di Pino, con il pensiero lo chiamo; sta cantando a pochi metri da me e come se mi sentisse, si volta, e i nostri occhi si incontrano, si riconoscono, sorridono! E' il mio Grazie finale, immenso; un sigillo su questo concerto indimenticabile, per tanti motivi.
Primo fra tutti...è il giorno di San Valentino :wink: , e ascoltare Pino cantare e avere accanto mio marito, è un doppio regalo!

Dunque, riapro gli occhi per voi: Il concerto è iniziato alle 21.35!!
Le luci si sono spente e nel silenzio generale, abbiamo respirato il suono della pioggia, cadente, leggera.
Pino è entrato solo, lentamente, con il braccio teso, l'ombrello aperto e lo sguardo verso l'alto, verso quelle nuvole che di lì a poco, avrebbe acchiappato per noi! Bellissimo...indossava jeans e una giacca blue sopra la tshirt. Ha sorriso, salutato e si è seduto al pianoforte.....e gli applausi sono scrosciati, quasi a trasformare in acquazzone le nostre emozioni.
Le prime note, e lo stupore è stato traboccante nel sentirlo intonare la canzone Pride degli U2. Un brano inedito, fuori da ogni aspettativa!
Illuminato da tre fasci di luce, ed il vapore che si condensava in una nuvola a forma di cuore, ha cantato in inglese, con voce vibrante, morbida, acuta, profonda. "... in the name of love..." Un' apertura di concerto nel nome dell'Amore! Da brividi! Un boato, l'applauso finale!
Poi è entrata tutta la Band, e con mia grande gioia, ha cantato LUCE di Elisa; è la canzone che sento appartenermi di più; il suo canto ha raccolto le mie lacrime passate e le ha trasformate in diamanti preziosi.
Rotta l'emozione iniziale, Pino ha raccolto il suo quaderno di poesie( rilegato in pelle rossa) e ha anticipato il brano La canzone dell'amore perduto,, leggendoci alcuni suoi versi inediti, bellissimi. Sono seguite ( non in ordine) Amore bello, dio mio no, Senza pietà, Love, Quando , che assaporate dal vivo, sono emozioni ancora diverse!
Una nota particolare la faccio per l'interpretazione della canzone di Battisti, a me cara dal primo annuncio... Infatti!!! :wink: E' stato sorprendente vederlo cantare aggrappato all'asta del microfono e "litigarci" da Rock Star! Un' interpretazione grintosa, nuova, ironica, dolce. Appassionata!
Ci ha regalato anche un'altra stupenda poesia, non ricordo il titolo...ma conclude così: " ...perchè la barca ha paura del mare. " Spero qualcuno l'abbia registrata e..la posti!
Durante il concerto ha riproposto, come mi aspettavo, Mediterraneo, Oro, Amore per te, Ti porto in africa e altre... Non mi stancherò mai di ascoltarle! Spero continui a proporle, perchè penso che ci siano sempre persone nuove ai suoi concerti, ed è giusto che almeno una volta, ascoltino dal vivo questi brani che sono "opere d'arte musicale"!
Fantastico anche il canto di Carlo de Bei in Come l'acqua. La sua pronuncia inglese, la sua voce possente, calda, luminosa, mi hanno incantata.
Emozionante La stagione dell'amore, da brividi, I migliori anni della nostra vita . E che dire de Il dicembre degli aranci? Si sente che ama particolarmente questa sua canzone, anzi, la ama sempre di più! Mi è mancata la presenza di Laura. Impossibile ascoltare Pino cantarla e non percepire la presenza dell'anima della Donna che l'ha ispirata.
Un altro regalo immenso è stato ascoltare per la prima volta dal vivo, Sentirti; e un regalo preziosissimo la canzone di Gaber Chissà dove te ne vai. Vera Poesia cantata; solo un Amore di purezza rara poteva ispirale tali parole, e solo un Amore grande come quello di Pino, riconoscere questa Nuvola, acchiapparla e spremerla per inzupparci di emozione.

E...rieccoci al finale. La rondine è il commiato finale, un'ondata musicale di gioia mista a malinconia per un concerto che volge al termine.
Mi sono bastate le prime note, per avere lo scatto della gazzella! :lol: Ho fatto 5 m. in 1 millesimo di secondo! per piazzarmi a bordo palco.
Eh! Come si fa a concludere un concerto senza ballare, senza liberare tutta l'energia trattenuta ( non sempre!) sulla poltroncina?
Ed è stato così, che cantando e ballando ho salutato i ragazzi della Band, e abbracciando con gli occhi Pino, con il cuore gonfio di gioia ho pensato: grazie, GRAZIE a tutti!

Isa

ps: unica nota stonata, non essermi seduta nel settore riservato al FansClub...perdonatemi, era S. Valentino... :wink: !
Volti conosciuti e ritrovati, vi abbraccio nuovanrnte tutti! e un super tenero bacio alla stellina di tutti noi... Elena!
A presto! :D

...MERAVIGLIOSO....

Grazie infinite, Isa...è come averlo vissuto...e mancano 7 giorni al concerto che vivrò....con quelle emozioni che sento già addosso... :( :oops: :P

Amedea :wink:

davvero bellissimi i vostri racconti....
Io questa volta, anche se aspetterò più di tutti, sono sadicamente felice :twisted: perchè, se non si aggiungono altre date, Pino chiuderà in bellezza da noi.....Ah, sò soddisfazioni!!! 8) :lol: :lol:

E' vero, Noruccia....non pensi anche tu come me che gli ultimi saranno i primi????

Francescachetrovasempreilatopositivodellecose :wink:

Ma sai che anch'io ho pensato la stessa cosa?

L'altro giorno parlando con un'amica dicevamo proprio questo: l'ultima tappa è in Sicilia...e di solito la prima e l'ultima tappa sono sempre ricche di sorprese o di qualcosa di diverso....

Mariiiiiiiiiiiiaaaaaaa!!!!!!!!!!!
In questi casi aspettare è meno dura.... :P

Grazie grazie grazie....Isa! :lol:

Comunque il fatto che Pino concluda i suoi concerti con canzoni ballabilissime ti da una carica indescrivibile.. ti lascia andar via dal concerto che hai voglia di ridere ridere e ridere..
:oops:

Francesca ha scritto: davvero bellissimi i vostri racconti....
Io questa volta, anche se aspetterò più di tutti, sono sadicamente felice :twisted: perchè, se non si aggiungono altre date, Pino chiuderà in bellezza da noi.....Ah, sò soddisfazioni!!!


Sono sicura che l'attesa sarà ripagata, vedrete che lo spettacolo sarà fantastico :D

Quasi quasi, invidio un po' voi che dovete ancora assistere al concerto! :wink:
stavi in prima fila ,dalla parte com i numeri pari o dispari?
io stavo (con mio figlio) alla terza fila con il numero 1 e 3,abbiamo conosciuto Annapaola(floflo88?),Annamaria,Silver,ho vito la ragazza che si vede in un video che canta sul palco,e non so il nome marioestefania,e poi sono andata nel camerino di Pini,e c'ra anche Laura Valente,con una bimba piccola,ci siamo fatti scrivere l'autografo nei suoi libri di Poesie.bellissimo :P :wink:
ho sbagliato a scrivere il nome (flafla88 scusami)
è stato bellissimo,io ho tagliato corto dopo un po ,osno stata da Pino,davanti a voi,era la prima volta credevo di morire dall'emozione,che c'è stata però ,quando mi sono presentata a Pino,mi è sembrato ,come se già gli avessi parlato molto da persona che già avevo visto molte volte
e parlato molte volte, :P sarò anche a napoli,tu ? voi? ci sarete?

Meravigliosa "chicca" anche a Padova che riaffiora alla mia mente, dolce sorpresa per i fans presenti durante le prove del concerto......
Pino al pianoforte ha magistralmente interpretato "Let it be" dei Beatles.....in quegli attimi di stupore assoluto, completamente assorta nell'ascolto, ho persino dimenticato di respirare.......
Sempre Straordinario Pino, grazie anche di questo regalo :D !!!

Cosetta

Quant'è bella "Let it be" :) Pino l'avrà sicuramente interpretata magistralmente :D
30 messaggi Pagina 2 di 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron